FAQ VIAGGIO IN GIAPPONE

[ CONSIGLI E SUGGERIMENTI PRATICI ]

 

1. DOCUMENTI

I cittadini italiani possono entrare in Giappone con il semplice passaporto in corso di validità ed almeno una pagina libera.

Nell’aeroporto di arrivo verrà rilasciato il permesso turistico, che per gli Italiani vale per un massimo di 90 giorni e per il quale non serve una richiesta specifica.

2. STAGIONI E TEMPERATURE: QUANDO ANDARE

Le stagioni e le variazioni climatiche in Giappone sono simili alle nostre anche se è da precisare che, data la grande estensione longitudinale, le diversità agli estremi sono notevoli.

In generale il Giappone è piacevole in tutti i periodi dell’anno, con condizioni ideali durante la primavera e l’autunno.

L’estate, dopo un periodo di piogge (giugno, inizio luglio), è calda ed umida, tuttavia le giornate sono lunghe e le serate piacevoli.

L’inverno, per chi non soffre particolarmente il clima, offre spesso giornate con cieli nitidi.

L’alta stagione coincide con i principali eventi naturali primaverili (fine marzo-inizio aprile) ed autunnali (novembre). In estate (agosto) si registra la maggior affluenza di turismo europeo. Se possibile meglio evitare i giorni delle festività nazionali.

In questi periodi sarà necessario contemplare molta affluenza nei siti turistici, prezzi delle strutture mediamente elevati e disponibilità ridotta.

3. BUDGET

Il Giappone ha la nomea di essere per un turista il Paese più caro al mondo ma questo non è propriamente vero, specialmente se paragonato alle principali città europee.

Per un viaggiatore il Giappone non è un Paese dispendioso come ci si aspetta: indicativamente per circa due settimane le spese tra trasporti, pasti ed entrate potrebbero essere tra le 30€ e le 60€ al giorno (ovviamente eventuali altri extra possono far lievitare tale cifra).

Per avere un’idea più precisa, specifichiamo che:

  • PASTI e BEVANDE: un pasto in Giappone mediamente costa tra 5€ e 25~30€, la scelta è molto variegata.
  • BIGLIETTI: un’entrata al tempio (buddhista) costa in media 500¥ (4€). I santuari (shintoisti) sono generalmente gratuiti.

4. VALUTA E TASSO DI CAMBIO

La valuta giapponese è lo yen (¥/円 in giapponese).

Le monete sono da 1 (in allumino leggero), 5 (dorata con foro al centro), 10 (color rame), 50 (colore argento con foro al centro), 100 (colore argento),  500 (colore argento, grande dimensione), mentre le banconote sono da 1.000, 2.000 (poco diffuse), 5.000 e 10.000.

Consigliamo di prendere come riferimento la moneta da 100¥, che semplificando corrisponde all’incirca a 0,80€ (per fare un esempio, ci sono distributori di bevande con prezzi che generalmente oscillano tra 100 e 160¥).

Per un cambio sempre aggiornato, verificate con questo convertitore di valuta.

5. FUSO ORARIO

Il Giappone è a +8 ore rispetto all’Italia durante la nostra ora solare (autunno/inverno).

Sono invece +7 ore quando da noi vige l’ora legale (primavera/estate), che non esiste in Giappone.

6. PAGAMENTI, CAMBIO, PRELIEVO

In Giappone il contante è la soluzione più adoperata per ogni tipo di pagamento.

Riguardo alle carte di credito/debito/prepagate internazionali, consigliamo in primis di chiedere al vostro istituto bancario se sono attivate per l’uso in Giappone, poiché potrebbero non essere accettate e/o avere dei blocchi.

Sarà sicuramente lo strumento più pratico per ottenere contante in valuta locale, come vedremo a breve.

I pagamenti sono accettati con carte di credito (Visa e MasterCard le più diffuse) in numerosi negozi e ristoranti, mentre i negozi minori o piccoli ristoranti chiedono sempre il pagamento in contanti, spesso non sono neanche dotati di Pos.

Si possono avere maggiori difficoltà invece per i pagamenti con le carte prepagate, non vengono lette da tutti i dispositivi.

È possibile cambiare la valuta straniera o i travelers cheques presso gli sportelli bancari in aeroporto, numerose banche e diversi uffici “Authorized Foreign Exchange Bank” (es. Western Union), o ancora grandi hotel e centri commerciali.

I prelievi internazionali sono disponibili presso gli ATM (casse automatiche) delle poste giapponesi (JP Bank), in diversi convenience store, e nella banche Sumitomo.

Questa soluzione per ottenere Yen è ideale, comoda, semplice e senza restrizioni particolari.

! Per vostra tranquillità e al fine di evitare qualsiasi complicazione nel caso di problematiche con le vostre carte, consigliamo (nonostante le commissioni bancarie talvolta più elevate rispetto al Giappone) di cambiare già in Italia una minima quota necessaria almeno per i primi giorni (150~200€) e di portare un po’ euro da cambiare in loco.

7. SANITÀ E VACCINAZIONI

In Giappone le strutture sanitarie, la loro organizzazione e la professionalità garantita è ottima ma privata, quindi è molto onerosa qualora non si avesse un’assicurazione medica; inoltre può essere difficoltoso trovare del personale che parli lingue straniere.

Non sono richieste particolari vaccinazioni ma, in base alla stagione ed alla località, potrebbero essere necessarie creme contro le fastidiose punture delle zanzare e insetti.

! Tutti i nostri viaggi comprendono l’assicurazione medico/bagaglio (Allianz Travel Care); per l’annullamento viaggio è previsto un supplemento variabile in base alla quota assicurata (ovvero il prezzo totale del viaggio).

8. SICUREZZA

Si può tranquillamente affermare che da un punto di vista della criminalità il Giappone sia uno dei Paesi più sicuri al mondo, dove si viaggia in tutta sicurezza, anche da soli e negli orari notturni.

Da un punto di vista ambientale, il Giappone è considerato ad alto rischio sismico e nelle zone costiere del Pacifico soggetto a tsunami.

9. ELETTRICITÀ

La corrente elettrica in Giappone è erogata a 100 volt, un voltaggio che non si riscontra in nessun’altra parte del mondo. Nello specifico, a Tokyo e nel Giappone orientale è a 50 Hz, mentre nel Giappone occidentale (Kyoto, Osaka) è a 60 Hz.

Le spine giapponesi sono piatte e a due poli come in Nord America, oppure a tre poli.

Consigliamo quindi di portare con voi un adattatore da viaggio che diversamente potrà essere acquistato in uno dei numerosi negozi di elettronica. Talvolta gli adattatori sono forniti su richiesta dalla stesse strutture ricettive, ma suggeriamo di averne sempre uno vostro.

10. TELEFONIA

Riguardo l’utilizzo dei telefoni cellulari italiani in Giappone, il vecchio sistema GSM utilizzato in Europa è incompatibile, mentre oggi funzionano regolarmente tutti i telefoni smartphone di nuova generazione UMTS (3G, 4G, 4G+).

Inevitabilmente i costi del roaming internazionale sono molto elevati, verificate pertanto con il vostro gestore se sono disponibili offerte vantaggiose che comprendano minuti di conversazione e/o dati.

11. INTERNET

Tutti gli hotel ed anche la stragrande maggioranza dei ryokan sono dotati di connessione WiFi.

Alcune strade e le stazioni delle principali città giapponesi sono coperte dalla rete WiFi libera, talvolta con un tempo determinato.

Anche molti caffè e bar sono dotati di connessione per i propri clienti.

Qualora vogliate disporre sempre di una connessione dati con il vostro smartphone con operatori locali, ci sono 2 soluzioni.

a) SIM CARD DATI GIAPPONESE:

Permette di avere la connessione dati direttamente sul proprio telefono.

Dovrete sostituire la vostra Sim Card con quella giapponese oppure utilizzare un vostro secondo dispositivo (N.B. applicazioni quali WhatsApp funzionano regolarmente anche senza la sim italiana in quanto sono legati al dispositivo stesso), quindi configurarla seguendo apposite istruzioni.

Potrete anche utilizzare la funzione di HotSpot del vostro telefono per condividere la connessione con altri utenti.

b) POCKET WiFi

E’ una sorta di comoda “saponetta” tascabile che dovrete ricaricare e portarvi appresso. Consideratelo una sorta di router portatile, con una password da inserire.

Generalmente i modelli più evoluti hanno una connessione ottima e buona durata della batteria. Permettono di collegare diversi dispositivi alla volta senza rallentamenti di connessione.

Se state pensando di acquistare una SIM CARD o un POCKET WiFi sappiate che esistono diversi siti giapponesi, tra i quali segnaliamo il nostro affidabilissimo partner Japan Wireless che offre ai viaggiatori di VolcanoHub uno sconto di 1.000 Yen con il codice JWVOLCANOHUB (vale solo per il pocket WiFi).

Una volta individuato il prodotto desiderato ed il periodo in cui lo vorrete utilizzare, compilate il chiarissimo modulo per l’ordine con tutti i dati richiesti, quindi procedete al pagamento.
Nel caso del Pocket WiFi acquistato ricordatevi di inserire il nostro codice JWVOLCANOHUB, con il quale avrete uno sconto immediato di 1.000 Yen.

Potrete scegliere di ritirare presso l’ufficio postale dell’aeroporto di arrivo, oppure direttamente in hotel (! scelta obbligatoria nel caso dei nostri viaggi di gruppo) o nel vostro appartamento/residence.
Quando compilate il form, al fine del ritiro del prodotto, ricordatevi di avere con voi il nome/indirizzo del vostro alloggio ed il nome indicato sulla prenotazione (nel caso dei viaggi di gruppo indicate “VolcanoHub” e il vostro nome). Molti hotel infatti non accettano pacchetti da clienti non identificabili.

Il prodotto viene recapitato generalmente in 2~3 giorni lavorativi.

Al momento della vostra partenza dovrete ricordarvi di rispedire il Pocket Wifi al mittente per mezzo di una busta pre-affrancata e recante l’indirizzo di destinazione (busta che disporrete già al momento del ritiro). La Sim Card invece è monouso, quindi potrà essere gettata.

12. MEZZI DI TRASPORTO E JAPAN RAIL PASS

Tutti i mezzi di trasporto pubblici in Giappone sono efficienti, oltre ad essere frequenti, puntuali, comodi, puliti e veloci. In particolare le ferrovie giapponesi sono tra le migliori al mondo e risultano il modo più pratico per spostarsi tra le principali città.

Il Japan Rail Pass (JR Pass) è un abbonamento ferroviario nominativo nato appositamente per viaggiatori stranieri in Giappone con permesso turistico e permette notevoli risparmi rispetto l’acquisto dei singoli biglietti per le tratte della compagnia statale JR (Japan Railways); comprende inoltre anche alcuni bus e traghetti. E’ disponibile da 1, 2, 3 settimane (ad oggi, in classe ordinaria, rispettivamente 29,110 yen – 46,390 yen – 59,350 yen).
Con il JR Pass è possibile effettuare gratuitamente le prenotazioni dei posti a sedere sugli shinkansen (treno proiettile) e sui treni speciali. 

Il Pass si ottiene in Italia (esistono diversi siti, tra cui questo) ma va cambiato in Giappone, ed andrà mostrato sia in entrata che in uscita dalle stazioni JR.

Oltre al JRP “nazionale” esistono anche dei Pass regionali che possono risultare convenienti se il vostro viaggio è limitato ad un’aerea specifica. Questi sono: JR Hokkaido Rail Pass, JR East Pass, JR Kansai Area Pass, JR Sanyo Area Pass, JR Shikoku Pass e JR Kyushu Rail Pass.

Per gli spostamenti in treno e metropolitana non compresi nel JRP, è consigliabile l’uso di pratiche tessere magnetiche ricaricabili (es. a Tokyo: Suica/Passmo) che hanno il vantaggio di non dover acquistare ogni volta il singolo biglietto, oltre ad offrire un (minimo) sconto sulla corsa. Queste tessere si possono ottenere alle biglietterie automatiche di tutte le principali stazioni: viene richiesta una caparra di 500 yen ma questa viene restituita quando riconsegneremo la tessera negli appositi uffici.  Queste tessere possono essere utilizzate anche come “carte di credito” per pagare in numerosi negozi.